MATERIE PRIME NATURALI

MASSIMA QUALITÀ STRATO DOPO STRATO


MATERIALI DI PARTENZA SELEZIONATI PER UN PRODOTTO ECCEZIONALE

I plantari originali BIRKENSTOCK sono composti da pregiate materie prime naturali ottenute da fonti rinnovabili, che vengono legate le une alle altre all'interno di un elaborato processo di lavorazione: granulato di sughero naturale, latte di lattice naturale, iuta e pregiata pelle scamosciata come pelle interna. Le materie prime rigenerative mantengono le loro positive proprietà naturali grazie alla lavorazione delicata.

GRANULATO DI SUGHERO NATURALE: SOSTANZA AMMORTIZZANTE FLESSIBILE IN MATERIALE RICICLATO NATURALE

La sostanza di partenza più rilevante dal punto di vista del volume per realizzare i plantari BIRKENSTOCK originali è il granulato di sughero naturale. Questa sostanza dall'aspetto macinato viene ottenuta dai residui della produzione dei tappi di sughero. Tali residui vengono macinati più volte e setacciati finché non sono grandi quanto un chicco. Per la produzione BIRKENSTOCK impiega soltanto sughero naturale puro e costoso, di elevata qualità. Le positive proprietà naturali di questo prezioso prodotto naturale vengono conservate.

Il sughero è un materia prima rinnovabile. È composto da cellule morte sottili, piene d'aria. Questo prodotto naturale isola dal calore e dai rumori e presenta proprietà idrorepellenti. Lo strato di sughero ricresce e dunque può essere raccolto più volte senza arrecare danni all'albero.

Il sughero viene ottenuto dallo strato superficiale della quercia da sughero: viene tolto uno strato spesso almeno cinque centimetri dalla corteccia – un procedimento che viene ripetuto solo ogni sette o nove anni a seconda delle condizioni climatiche. Un solo albero è in grado di fornire, nel corso della sua vita, da 100 a 200 chilogrammi di sughero. Al fine di igienizzare il sughero, la corteccia ricavata viene ampiamente cotta in una vasca. Dopodiché viene tagliata a strisce, dalle quali si ottengono i tappi di sughero per le bottiglie.

Riserve naturali di querce da sughero si trovano soltanto nel bacino del Mediterraneo occidentale. La gran parte del sughero lavorato da BIRKENSTOCK proviene dal sud del Portogallo, il principale paese esportatore di sughero grezzo in tutto il mondo. Le riserve naturali e coltivate di quercia da sughero del Portogallo coprono insieme un'area totale di ca. 750.000 ettari – ovvero circa l'otto per cento della superficie totale del paese.

Grazie alle sue straordinarie proprietà – l'elevata elasticità, l'eccezionale azione ammortizzante e il buon isolamento contro caldo, freddo e umidità – il sughero è un materiale universale molto amato. Tutte queste proprietà contraddistinguono i plantari originali BIRKENSTOCK.

LATTE DI LATTICE NATURALE: GOMMA LIQUIDA CON UNO STRAORDINARIO POTERE LEGANTE

Nella produzione dei plantari il latte di lattice naturale serve come agente legante naturale. Inoltre, questo liquido, chiamato anche latte di gomma per via del colore e della consistenza, viene unito a una miscela di granulato di sughero naturale morbido e grossolano. Questa massa simile a un impasto viene cotta per diversi minuti insieme a due strati di iuta e alla pelle interna a temperature intorno ai 100 °C. La sostanza si indurisce per vulcanizzazione. Le proprietà positive delle materie prime naturali vengono conservate.

Come il sughero, anche il lattice naturale è una materia prima rigenerativa. Il lattice naturale si ottiene dalla resina degli alberi di caucciù. La fuoriuscita del liquido lattiginoso è un meccanismo di protezione naturale della pianta contro batterie e muffe. Gli alberi di caucciù si trovano nelle regioni tropicali. Al momento della raccolta si pratica un'incisione sulla corteccia dell'albero. Il latte di lattice che fuoriesce viene raccolto in piccoli recipienti. La raccolta ha luogo per la prima volta dopo sei anni. Da questo momento in poi un albero della gomma permette di ottenere ogni giorno fino a 80 grammi di latte di lattice per circa 25 anni.

Questa preziosa materia prima naturale presenta un bilancio energetico molto più conveniente del lattice sintetico ricavato dal petrolio greggio; inoltre è priva di di sostanze nocive come solventi o CFC. Il lattice naturale vanta poi proprietà naturali molto positive, tra cui un'alta elasticità puntuale e un'alta traspirabilità.

IUTA: STABILIZZATORE NATURALE CON FIBRE TESSILI RINNOVABILI

Nei plantari originali BIRKENSTOCK la iuta stabilizza ulteriormente il nucleo di lattice e sughero. Inoltre, questa fibra vegetale migliora le proprietà di regolazione dell'umidità dei plantari. Anche la iuta è una materia prima rinnovabile.

Questa pianta annuale viene coltivata preferibilmente nelle umide regioni tropicali. Dopo circa quattro mesi è possibile raccogliere arbusti alti dai 15 ai 20 centimetri. Le fibre, prima di poter essere filate, vengono prima essiccate, battute, pettinate e pulite. Poi vengono rese flessuose. Nella produzione dei plantari trovano impiego due strati di fibre di iuta intrecciate per stabilizzare il lato superiore e quello inferiore.

PELLE SCAMOSCIATA: VELLUTATA SUOLA INTERNA CON PROPRIETÀ TRASPIRANTI

Lo strato superiore, rivolto verso il piede, del plantare originale BIRKENSTOCK è composto da morbida pelle scamosciata. La suola interna morbida al tatto e flessile si adatta delicatamente al piede conformandosi al suo contorno. La superficie a poro aperto e quindi particolarmente traspirante contribuisce al giusto microclima del piede anche in presenza di intensa attività fisica. Essa contribuisce alla regolazione dell'umidità grazie allo strato di iuta sottostante.

Con "pelle scamosciata" si intendono i tipi di pelle che sono stati levigati sul lato interno. La pelle scamosciata presenta una superficie ruvida, fibrosa, morbida e dunque flessibile. Presenta pori molto aperti e permette dunque al sudore di passare.